Chirurgia dei disturbi respiratori del sonno con fili autobloccanti Barbed Snore Surgery (B.S.S.)

Al momento attuale la B.S.S. si articola in una rosa di quattro tipologie di intervento, ideate per garantire la possibilità di modulare le modificazioni tensostrutturali palatali e faringee in relazione alle necessità di ciascun Paziente:

BRBT (Barbed Roman Blinds Technique):

è la “tecnica delle tende a pacchetto” effettuata con barbed sutures.

Barbed Roman Blinds Technique

Non prevede alcuna asportazione di tessuto a livello palatale. Indicazione: palato molle sottile, pattern vibro/ostruttivo antero-posteriore e latero-laterale (circolare) ;

BAPh (Barbed Anterior Pharyngoplasty):

evoluzione della “Anterior Palatoplasty” di Pang prevede l’asportazione di un rettangolo di mucosa e sottomucosa

BAPh (Barbed Anterior Pharyngoplasty):

dalla faccia anteriore del palato molle seguita da ricostruzione in più piani con uso di barbed sutures. Indicazione: palato molle normale o ispessito/allungato, pattern vibro/ostruttivo antero-posteriore;

BLPh (Barbed Lateral Pharyngoplasty):

per le forme legate ad esclusiva componente laterale.

BLPh (Barbed Lateral Pharyngoplasty)

BLPh (Barbed Lateral Pharyngoplasty): per le forme legate ad esclusiva componente laterale.

Alianza (BRBT e BAPh associate):

consente di effettuare in un solo intervento ed anche con una sola barbed suture entrambe le BSS sopra riportate con il vantaggio di conseguire una sospensione

palatale ancora più efficace. L’escissione di mucosa e sottomucosa palatale è conformata a semiluna in modo da consentire una riparazione più agevole ed ergonomica rispetto a quella rettangolare proposta da Pang. Indicazione: palato molle normale o ispessito/allungato, pattern vibro/ostruttivo antero-posteriore e latero-laterale (circolare).

I principali vantaggi offerti dalla nuova tecnica di B.S.S

1. Assenza di sezioni e/o resezioni di tessuto fibro-muscolare a livello palatale e faringeo, da cui la potenziale reversibilità nel corso delle prime tre-quattro settimane (prima cioè che si siano sviluppati i processi fibro-cicatriziali indotti dalla procedura), la ripetibilità, la buona tollerabilità e la assenza di sequele disfunzionali indotte da lesioni a carico delle strutture muscolari preposte al controllo della delicata e complessa funzionalità distrettuale (basti pensare alla deglutizione ed alla fonazione); 2. Personalizzabilità del rimodellamento strutturale di cui ogni singolo Paziente necessita, modulabile in base alle condizioni anatomiche evidenziate all’esame obiettivo ed a quelle dinamico-funzionali rilevate mediante la Sleep Endoscopy, un tempo diagnostico imprescindibile ai fini della scelta del tipo di B.S.S. da eseguire (BRBT, BAPh o  Alianza); 3. Ottimale interazione tra barbed suture e tessuti palato-faringei

VANTAGGI

assenza di sezion tessuto fibro-muscolare 90%
personalizzabilità del rimodellamento 85%
interazione tra barbed suture e tessuti 80%

La Barbed Snore Surgery (B.S.S.)

Negli anni compresi tra il 2009 ed il 2014, concepita da MARIO MANTOVANI, MD Specialista in Otorinolaringoiatria e Chirurgia Plastica, è nata in seno alla Fondazione Cà Granda IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico di Milano una nuova metodologia chirurgica “tutta italiana” indicata per il trattamento dei disturbi respiratori del sonno, russa mento ed apnee ostruttive, basata su criteri innovativi sia dal punto di vista concettuale che strumentale. La nuova tecnica, sviluppata anche con la collaborazione del team ORL della Casa di Cura S. Pio X di Milano, è stata ampiamente divulgata a livello nazionale ed internazionale mediante presentazioni a Convegni Scientifici e Corsi Specifici ottenendo ampi consensi.

Infatti, oltre ad essere finalizzata alla riduzione della collassabiità della regione retro palatale senza la necessità di sezionare o asportare alcuna delle strutture fibromuscolari in essa contenute, la B.B.S. prevede la sospensione delle stesse, strutturalmente flaccide, a specifici appigli anatomici, rigidi e tenaci , circostanti (spina nasale posteriore, hamuli pterigoidei, rafi pterigomandibolari). Tale sospensione tenso-strutturale tridimensionale viene realizzata grazie all’impiego di un materiale del tutto innovativo, rappresentato da particolari fili di sutura, riassorbibili e non necessitanti di annodamento, chiamati “barbed sutures”.  E’ la prima volta in assoluto, come riportato in una pubblicazione dedicata apparsa in PubMed, che questo materiale viene utilizzato in seno ai tessuti del distretto  orale e faringeo.

Al momento attuale la B.S.S. si articola in una rosa di quattro tipologie di intervento, ideate per garantire la possibilità di modulare le modificazioni tensostrutturali palatali e faringee in relazione alle necessità di ciascun Paziente:

BRBT (Barbed Roman Blinds Technique): è la “tecnica delle tende a pacchetto” effettuata con barbed sutures. Non prevede alcuna asportazione di tessuto a livello palatale. Indicazione: palato molle sottile,  pattern vibro/ostruttivo antero-posteriore e latero-laterale (circolare) ;

BAPh (Barbed Anterior Pharyngoplasty): evoluzione della “Anterior Palatoplasty” di Pang prevede l’asportazione di un rettangolo di mucosa e sottomucosa dalla faccia anteriore del palato molle seguita da ricostruzione in più piani con uso di barbed sutures. Indicazione: palato molle normale o ispessito/allungato, pattern vibro/ostruttivo antero-posteriore;

BLPh (Barbed Lateral Pharyngoplasty): per le forme legate ad esclusiva componente laterale.

Alianza (BRBT e BAPh associate): consente di effettuare in un solo intervento ed anche con una sola barbed suture entrambe le BSS sopra riportate con il vantaggio di conseguire una sospensione palatale ancora più efficace. L’escissione di mucosa e sottomucosa palatale è conformata a semiluna  in modo da consentire una riparazione più agevole ed ergonomica rispetto a quella rettangolare proposta da Pang. Indicazione: palato molle normale o ispessito/allungato, pattern vibro/ostruttivo antero-posteriore e latero-laterale (circolare).

I principali vantaggi offerti dalla nuova tecnica di B.S.S. sono tre: 1. la assenza di sezioni e/o resezioni di tessuto fibro-muscolare a livello palatale e faringeo, da cui la potenziale reversibilità nel corso delle prime tre-quattro settimane (prima cioè che si siano sviluppati i processi fibro-cicatriziali indotti dalla procedura), la ripetibilità, la buona tollerabilità e la assenza di sequele disfunzionali indotte da lesioni a carico delle strutture muscolari preposte al controllo della delicata e complessa funzionalità distrettuale (basti pensare alla deglutizione ed alla fonazione); 2. la personalizzabilità del rimodellamento strutturale di cui ogni singolo Paziente necessita, modulabile in base alle condizioni anatomiche evidenziate all’esame obiettivo ed a quelle dinamico-funzionali rilevate mediante la Sleep Endoscopy, un tempo diagnostico imprescindibile ai fini della scelta del tipo di B.S.S. da eseguire (BRBT, BAPh o  Alianza); 3. la ottimale interazione tra barbed suture e tessuti palato-faringei

Prof. Mario MantovaniOtorinolaringoiatra – Responsabile Scientifico Sonnomedica (Area Otorinolaringoiatria e Terapia Chirurgica)